EQUITALIA: NUOVE OPPORTUNITÀ PER ESSERE RIAMMESSI ALLA RATEIZZAZIONE

Ergon Stp > Consulenza del lavoro > EQUITALIA: NUOVE OPPORTUNITÀ PER ESSERE RIAMMESSI ALLA RATEIZZAZIONE

Equitalia, con il comunicato stampa del 22 ottobre 2015, spiega che l’entrata in vigore del Dlgs 159/2015 (il 22 ottobre 2015), sulle misure per la semplificazione e razionalizzazione delle norme in materia di riscossione, dà nuove opportunità nella rateizzazione delle cartelle (cartelle di pagamento, avvisi di accertamento esecutivi emessi dalle Entrate e/o dalle Dogane e/o dai monopoli e avvisi di addebito emessi dall’Inps):

  •  chi è decaduto dal piano di rateizzazione tra il 22 ottobre 2013 e il 21 ottobre 2015, può chiedere nuovamente una dilazione entro il 21 novembre 2015;
  • per le rateizzazioni concesse dal 22 ottobre 2015 la decadenza avviene dopo il mancato pagamento di 5 rate anche non consecutive, ma è sempre possibile essere riammessi saldando le rate scadute;
  • chi ha ottenuto una sospensione giudiziale o amministrativa può interrompere i pagamenti.

Nel comunicato è specificata la procedura delle tre chance.

Chi è decaduto dal piano di rateizzazione, tra il 22 ottobre 2013 e il 21 ottobre 2015, entro il 21 novembre 2015 deve presentare la domanda di una nuova dilazione, possibile fino a un massimo di 72 rate mensili, con raccomandata a/r oppure a mano presso uno degli sportelli dell’agente della Riscossione competente per territorio. I moduli sono disponibili sia allo sportello che nella sezione Rateizzazione – Modulistica presente nell’Area Cittadini e nell’Area Imprese del sito Equitalia. La deroga prevede che il nuovo piano concesso non sia prorogabile e che si decade in caso di mancato pagamento di due rate anche non consecutive.

Per i piani concessi a partire dal 22 ottobre 2015 pagando le rate che risultano scadute si può chiedere un nuovo piano di dilazione e riprendere i pagamenti.

Il contribuente che ha ottenuto una sospensione giudiziale o amministrativapuò interrompere i pagamenti delle rate, limitatamente ai tributi interessati, per tutta la durata del provvedimento e, allo scadere della sospensione, può chiedere di rateizzare il debito residuo fino a un massimo di 72 rate.

[button link=”http://www.gruppoequitalia.it/equitalia/export/sites/equitalia/.content/files/it/Comunicati/comunicato-Equitalia-nuova-finestra-riammissioni.pdf” color=”default” size=”small” target=”_blank” title=”” animation_type=”fade” animation_direction=”down” animation_speed=”0.3″]Link[/button]

[separator top=”40″ style=”shadow”]

 

neoassunti

 

Ultime Notizie

Ergon tra le prime 10 STP in Italia nel settore Consulenti del Lavoro
Novembre 24, 2020da
Da oggi ci trovi anche su Linkedin
Novembre 21, 2020da
Welfare 2020
Novembre 19, 2020da

Archivi