Ergon Stp > Consulenti > Denuncia infortunio

Dal 22 marzo c.a. cambiano le regole e modalità di invio delle denunce di infortunio, rammentando che per gli infortuni che comportino un’assenza dal lavoro superiore a tre giorni, il datore di lavoro è tenuto a trasmettere per via telematica all’INAIL, a fini assicurativi, la denuncia entro 48 ore dalla ricezione del certificato medico, indipendentemente da ogni valutazione circa la ricorrenza degli estremi di legge per l’indennizzabilità.

Dal 23 marzo non è più obbligatorio inviare la denuncia all’Autorità di P.S. e sempre da tale data sarà obbligatorio il certificato medico elettronico. Per il datore di lavoro la modifica normativa comporta una maggiore attenzione ai tempi di invio della denuncia di infortunio poiché non deve attendere il certificato cartaceo, ma sono sufficienti i riferimento di questo (non appena entrerà in vigore il SINP –Sistema Informativo Nazionale per la Prevenzione- si dovranno inviare anche gli infortuni inferiori ai tre gg.)

Il datore di lavoro che non provvede ad adempiere all’obbligo di trasmissione della denuncia/comunicazione all’Inail dell’infortunio intervenuto ad un suo dipendente o assimilato, entro i termini previsti e cioè entro 2 giorni dal ricevimento del certificato medico o la invia in ritardo o la ometta completamente, è sanzionabile con una multa amministrativa da € 1.290,00 a € 7.745,00, che può essere elevata sia dall’ Inail che dall’Autorità di Pubblica Sicurezza.

Se l’infortunio invece è a carico di un lavoratore autonomo del settore artigianato o del settore dell’agricoltura non è prevista alcuna sanzione amministrativa per l’omessa o ritardata denuncia all’Inail, ma vi è la perdita del diritto all’indennità di temporanea per i giorni antecedenti l’inoltro della denuncia.

Purtroppo non è chiaro dove si potrà essere reperire il certificato medico d’infortunio informatico, che è indispensabile per conoscere alcune informazioni sull’accaduto.

Occorrerà istituire un sistema che rilevi tutti gli estremi della comunicazione del certificato del dipendente e predisporre immediatamente (all’atto dell’incidente) una efficacie ed efficiente rilevazione scritta dell’accaduto, per poter inviare la denuncia corretta e completa nei termini.

Si rimane ovviamente attesa (si spera non troppo) di maggiori informazioni da parte dell’ Istituto.

Ultime Notizie

Ergon Informaclienti giugno 2020
Luglio 1, 2020da
La prevenzione dal rischio COVID-19 per i lavoratori
Giugno 29, 2020da
Chiusura uffici 1 giugno
Giugno 1, 2020da

Archivi