Contributi a fondo perduto per piani aziendali di smart working

Ergon Stp > Consulenza del lavoro > Contributi a fondo perduto per piani aziendali di smart working

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER PIANI AZIENDALI DI SMART WORKING

Le micro e le piccole imprese, i lavoratori autonomi e le cooperative e loro consorzi che intendano sviluppare modalità di lavoro agile attraverso la definizione di piani aziendali, la formazione del personale e l’adozione di nuove tecnologie per evitare il contagio Covid-19, possono godere di contributi a fondo perduto finanziati dalla Regione FVG.

Il Fondo Sociale Europeo ha pubblicato il programma sociale 101/2020, che mette in campo 2,4 milioni di euro, a cui sarà possibile accedere telematicamente a partire dal 21 maggio 2020 e fino al 19 giugno 2020. Le aziende potranno ottenere delle sovvenzioni dirette per un massimo di 3000 euro per il servizio di consulenza, 4737.60 euro per le attività di formazione rivolte ai dipendenti, ovvero 4000 euro per l’acquisto di nuova strumentazione hardware e software.

Il programma prevede 2 azioni:

  1. Azione A consistente nell’offrire un servizio di consulenza (A1) e formazione (A2) finalizzato alla definizione, adozione e sperimentazione di un piano straordinario di smart working; fase obbligatoria.
  • A1) l’attività di consulenza consiste nella definizione della policy aziendale sullo smart working e delle procedure idonee ad introdurre e/o potenziare le modalità di lavoro agile, nell’analisi organizzativa dei processi interni aziendali, nell’individuare le tecnologie digitali più idonee, nell’offrire consulenza gius-lavoristica per garantire il rispetto delle normative vigenti ed infine per dare supporto nella stesura del piano straordinario di smart working.
  • A2) la formazione è rivolta al personale coinvolto nello smart working ed ha una durata massima variabile tra un minimo di 8 ed un massimo di 16 ore con una prova finale; mira ad assicurare le giuste conoscenze e competenze in materia di sicurezza in caso di malattie professionali ed infortuni e pertanto non è ammessa la partecipazione a più di 10 lavoratori.
  1. Azione B consistente nell’acquisto di “strumenti tecnologici” funzionali all’attuazione del piano di smart working; il numero di macchinari non potrà superare il numero di lavoratori coinvolti, ovvero 10 persone; facoltativa.

La domanda può essere predisposta e presentata solo ed esclusivamente per via telematica tramite il sistema IOL.

Per qualsiasi chiarimento ed ulteriori informazioni vi invitiamo a scrivere a collocamento@ergonstp.it, all’attenzione del dott. Frediani Nicolas.

Cordiali saluti

 

Ultime Notizie

Ergon Informa Clienti agosto 2020
Settembre 17, 2020da
Ergon Informaclienti luglio 2020
Agosto 10, 2020da
Bonus 100 euro
Luglio 17, 2020da

Archivi