Isopensione prorogata fino al 30 novembre 2026

Ergon Stp > News > Consulenza del lavoro > Isopensione prorogata fino al 30 novembre 2026

Isopensione prorogata fino al 30 novembre 2026

L’Isopensione è una misura di prepensionamento che può essere fruita dai dipendenti delle aziende del settore privato che impiegano mediamente più di 15 dipendenti. I lavoratori coinvolti negli accordi di esodo beneficiano di un’uscita anticipata e del diritto ad un’indennità di accompagnamento alla pensione, fino alla maturazione dei requisiti per il pensionamento anticipato ordinario o della pensione di vecchiaia.

La legge di conversione del Decreto Milleproroghe ha prorogato la possibilità di fruire dell’Isopensione fino al 30 novembre 2026, elevando addirittura a 7 anni il periodo massimo di utilizzo.

L’attivazione dell’Isopensione richiede lo svolgimento di una procedura concordata in un accordo sindacale, attraverso il quale azienda e OO.SS. definiscono la platea dei dipendenti (possono essere anche poche unità) che cesseranno il rapporto prima di aver conseguito i requisiti per la pensione. L’adesione dei lavoratori avviene poi su base volontaria.

Il datore di lavoro deve presentare una domanda all’INPS, al fine di dare efficacia all’accordo sindacale, accompagnata dalla presentazione di una fideiussione bancaria a garanzia della solvibilità, dal programma di esodo e dall’elenco dei lavoratori interessati. A seguito della validazione da parte dell’Istituto, al lavoratore “isopensionato” è riconosciuto un assegno di importo equivalente alla pensione, fino al raggiungimento dei requisiti della pensione stessa.

Il datore di lavoro è tenuto a versare all’INPS l’ammontare della prestazione, che è pari al valore dell’assegno pensionistico che spetterebbe al dipendente al momento della chiusura del rapporto in base alle regole vigenti, e la copertura per la relativa contribuzione. L’azienda, quindi, anticipa al lavoratore cessato la pensione al momento dell’esodo, fino al momento della maturazione dei requisiti per il trattamento pensionistico, anticipato o di vecchiaia, versando inoltre i relativi contributi. Come facilmente comprensibile si tratta di una procedura estremamente onerosa per le aziende che va attivata con grande oculatezza.

L’indennità di Isopensione è liquidata a partire dal mese successivo alla cessazione del rapporto di lavoro.

Per qualsiasi chiarimento contattare il Consulente di riferimento.

Ricordiamo che le circolari e le news predisposte dallo Studio hanno valenza meramente informativa e non costituiscono quindi consulenza o prestazione professionale.

I consulenti del lavoro di Ergon Stp:

Erika Damiani (socio) Massimo Iesu (socio)
Cristiana Comelli (socio) Martina Iesu (partner)
Nicolas Frediani (partner)

Ultime Notizie

Nuova scadenza per il rapporto di parità di genere: qual è il nuovo termine?
Luglio 4, 2024da
“ I nuovi minimi retributivi nel settore metalmeccanico: cosa cambia dal primo giugno 2024? ”
Giugno 13, 2024da
14° Trofeo Ergon STP
Maggio 30, 2024da

Archivi